fbpx
Tenerife

Scopri il patrimonio culturale di Tenerife

L’isola delle Canarie ha un ricco patrimonio culturale, non solo per i suoi numerosi edifici e alloggi di eccezionale valore, ma anche per i vecchi complessi e quartieri situati in città e paesi, come Vegueta nella capitale; oi magnifici esempi di architettura domestica e religiosa di Agüimes, Telde, Arucas, Guía, Agaete e Teror, tra gli altri.

L’architettura si forma attraverso tre fonti principali. In primo luogo, la fusione delle diverse correnti culturali che nel tempo si sono integrate nella società, generando un certo modo di costruire, specificamente insulare. La seconda, il suo carattere di isola-ponte, poiché riunisce le caratteristiche dell’architettura delle isole orientali e occidentali. Infine, la sua posizione di area di contatto tricontinentale, la cui impronta è presente nel substrato culturale dell’isola.

In questo articolo condividiamo 5 luoghi che sono monumenti storici di Tenerife. Castelli, basiliche, palazzi… Senza dubbio, un piano diverso per scoprire la cultura di questa bellissima isola. Sei pronto per fare il tour?

Castello di San Juan Bautista

Il Castello di San Juan Bautista si trova nel comune di Santa Cruz de Tenerife, ed è popolarmente conosciuto come il Castello Nero. È il monumento storico meglio conservato dell’isola. Si trova a Caleta de los Negros, vicino al Parco Marittimo César Manrique ed è attualmente considerato Bene di Interesse Culturale e Patrimonio Storico Spagnolo.

Avenida La Constitución, 38003, Santa Cruz De Tenerife.

Fu costruito nella prima metà del XVII secolo per impedire qualsiasi sbarco e un secolo dopo fu ricostruito a causa delle devastazioni delle onde. Presenta una torre circolare e parapetti con feritoie, con sede per cinque pezzi d’artiglieria. È la seconda fortezza più importante dell’isola. Una volta che sei nel posto, rimarrai sorpreso dal grande contrasto che crea con l’attuale paesaggio moderno.

Fortezza del castello di San Miguel

Il Castillo Fortaleza de San Miguel è un altro dei luoghi emblematici dell’isola. Si trova a Garachico, un piccolo e grazioso villaggio di pescatori. Fu costruito nel XVI secolo, per proteggersi da possibili attacchi, poiché a quel tempo la città era il principale porto commerciale di Tenerife. Di pianta quadrata e spessi muri bugnati con caditoie, riuscì a sopravvivere all’eruzione vulcanica del 1706.

Avenida Tome Cano, Garachico.

Fu nel 1956 che il Consiglio Comunale avviò le procedure per l’acquisizione della fortezza e, anni dopo, l’ambiente fu condizionato e fu ideata la famosa “Plaza de Armas”. L’edificio è stato costruito in pietra e pietra. È considerato Bene di Interesse Culturale dal 1985 ed è attualmente uno degli edifici culturali della città, sede del Centro Informativo per i Beni.

Basilica di Nostra Signora della Candelaria

Nella Basilica Nuestra Señora de Candelaria si venera la Patrona delle Isole Canarie, luogo di incontro dei canarini e molto frequentata da tutti coloro che visitano l’isola. Il primo tempio dell’isola, inaugurato nel 1672, fu distrutto a causa di un incendio nel 1789. La sua ricostruzione iniziò nel 1959, ad opera di Enrique Marrero Regalado. Di stile regionalista, presenta due torri sulla facciata principale e un’altra sul fianco.

Plaza de la Patrona, s/n, 38530, Candelaria.

La Basilica ha due porte di accesso e uno spettacolare campanile alto 45 metri. All’interno spiccano la decorazione, i suoi dipinti e i suoi murales. È uno dei principali santuari mariani e di pellegrinaggio della Spagna ed è stato dichiarato Bene di Interesse Culturale. Accanto al recinto si trova il Convento dei Padri Domenicani, incaricati della cura della Vergine della Candelaria.

Palazzo Lercaro

Il Palazzo Lercaro si trova a La Laguna, città dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1999. Fu costruito nel XVI secolo su commissione di una famiglia di mercanti genovesi, i Lercaro, giunti sull’isola dopo la conquista. All’esterno spicca la facciata in muratura con corpo centrale in muratura e gronda in coppo, così come il portale ispirato al manierismo genovese, che comprende lo stemma dei Lercaro.

Calle San Agustín, 22, 38201, San Cristóbal de La Laguna.

Al suo interno presenta un bel patio, circondato da sette colonne, in cui spiccano i pannelli lignei con motivi vegetali ed elementi decorativi. Dichiarato Bene di Interesse Culturale, nella categoria Monumento, dal 1993 è una delle sedi del Museo di Storia e Antropologia, quindi attraverso le sue mostre, puoi conoscere lo sviluppo istituzionale, sociale, economico e culturale di Tenerife tra il XV e XX secolo.

Casa dei Capitani Generali

Conosciuta anche come la Casa degli Alvarado-Bracamonte, appartenne a questa famiglia tra il 1624 e il 1635. Si trova a La Laguna, e successivamente fu ribattezzata Casa dei Capitani Generali, poiché vi risiedevano sei Capitani Generali delle Isole Canarie , tra il 1705 e il 1723. Sulla facciata spiccano le sue finestre asimmetriche incorniciate in pietra rossa e il balcone in ferro su mensole.

C/Obispo Rey Redondo, 1, San Cristobal de La Laguna, 38201.

Al suo interno ha un ampio patio che conduce alle diverse stanze. Nel 1981 è stato dichiarato Bene di Interesse Culturale nella categoria Monumento e attualmente ospita il Comune di San Cristóbal de La Laguna, l’Ufficio del Turismo, l’Ufficio del Sindaco e il CICOP, Centro Internazionale per la Conservazione del Patrimonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Hi 👋 Ask for your coupon discount now !
Hi 👋 thanks for landing on our site 😉.
Do you know that just to be here we want to prize you with a great coupon discount if you make a booking with Us ? Ask for it now ☺️